Pastinaca

pastinaca

Perdonate il povero Tabui se non è esattamente ferrato su tuberi e radici… Infatti va detto che la pastinaca è quasi sconosciuta e non sempre facile da trovare. In parole povere assomiglia ad una carota, però è bianca. Alla tota le pastinache piacciono così tanto che non perde l’occasione di cucinarle ogniqualvolta le trova al mercato. E così questa settimana eccovi la vellutata di pastinaca.

Per quattro porzioni abbiamo usato: 500g di pastinache,  una cipolla, due spicchietti d’aglio spezzettati, un pezzetto di zenzero tritato, un cucchiaino di polvere di curry (garam masala), 200ml di latte, 800ml di brodo di pollo, un pezzetto di burro e olio d’oliva q.b.

In una pentola capace mettete il burro e un po’ d’olio, fate soffriggere la cipolla (tagliata a pezzetti) e poi aggiungete zenzero, aglio, un cucchiaino della polvere curry e lasciate soffriggere per una decina di minuti fino a quando le cipolle si saranno ammorbidite. Unite le pastinache, che nel frattempo avrete tagliato a pezzettoni, mescolate bene e lasciate ancora soffriggere per un altro paio di minuti. Aggiungete il latte e il brodo caldo, mescolate bene e portate ad ebollizione.

Mettete il coperchio e lasciate cuocere per una mezzoretta a fuoco lento. Controllate che le pastinache siano cotte (come le carote, dovranno essere morbide quando le infilzerete con la lama di un coltello), toglietele dal fuoco e salate. Mescollate bene, passate al passaverdura oppure frullate.

Servite con qualche foglia di coriandolo se vi piace (oppure prezzemolo se preferite) e qualche pezzetto di peperoncino fresco se volete rendere la vellutata leggermente più piccante.

Ma che buone le pastinache! Vedrai, Tabui, che la prossima volta che le vedi al mercato non te le lascerai sfuggire!

Vellutata Di Pastinaca