Filastrocca – la Cesira andò al mercato

Filastrocca La tota Cesira La Pigrizia andò al mercato

Settembre è il mese della pigriza. O almeno lo è per la Cesira: fuori comincia a fare freschino, le giornate si accorciano, piove, si prospettano i lunghi freddi mesi invernali. Lunghi freddi mesi invernali che, va detto, alla Cesira non piacciono poi mica così tanto…

E allora lei a settembre tira fuori il golfino, si siede davanti alla TV e fa poco, ma proprio poco, per non dire lo stretto necessario. Insomma, diciamocelo: a settembre la Cesira fa la pigra.

La sua adorata nonna, quando la Cesira nel fior fiore della gioventù la domenica ronfava fino a mezzogiorno, soleva svegliarla con questa filastrocca:

La Pigrizia andò al mercato
ed un cavolo comprò,
mezzogiorno era suonato
quando a casa ritornò.
Mise l’acqua, accese il fuoco
si sedette, riposò.
Ed intanto, a poco a poco,
anche il sole tramontò.
Così, persa ormai la lena,
sola al buio ella restò
ed a letto senza cena
la meschina se ne andò.

Dai, su Cesira, datti una mossa!